Giovane e donna, sarà lei a prendere il posto di Carlo Cracco, a MasterChef Italia, al fianco degli altri giudici: Antonino Cannavacciuolo, Bruno Barbieri e Joe Bastianich.
Trentasettenne, triestina, cuoca dell’anno della guida “I Ristoranti d’Italia” 2017 de L’Espresso, una stella Michelin ad un’anno dal apertura del suo ristorante L’Argine a Vencò, immerso nel verde del Friuli ma a pochissimi chilometri dalla Slovenia.

Nata in una famiglia di dottori, i suoi genitori la volevano avvocato. Lei invece da grande voleva fare l’archeologa, e questa sua passione gli ha dato l’energia per combinare le materie prime della terra.

Lascia gli studi in Giurisprudenza a Milano per dedicarsi totalmente ai fornelli, dopo aver seguito dei corsi cucina. Quattro anni all’Harry’s Grill di Trieste poi nel 2006, insieme al compagno, apre l’Antico Foledor Conte Lovaria a Pavia di Udine. Ci resta altri quattro anni, poi si sposta a Venezia: buone esperienza al Ridotto e al famoso Venissa.

Apre l’Argine di Vencó a fine 2014, sei tavoli per non più di diciotto coperti. Il Ristorante è immerso nel verde del bosco e vicino al argine dello Judrio, con ampie vetrate e cucina a vista.

Abbiamo già visto Antonia alla Prova del Cuoco dove vinse il torneo esordienti, e nella cucina di MasterChef Italia: é stata ospite d’onore nella Finale della quinta stagione, dove ha presentando il piatto animelle di vitello, latte e limone.

Siamo curiosi di vedere Chef Klugmann all’opera, specialmente in coppia con Joe Bastianich!