mercoledì, 8 Maggio 2019
Home Storie Svelata la formula segreta della Coca-Cola?

Svelata la formula segreta della Coca-Cola?

Nella puntata di Report si é parlato di Coca-Cola.

L’inviata di Report ha viaggiato tra Stati Uniti,Canada, Messico, Colombia, Mauritania e poi negli stabilimenti italiani di Nogara, Oricola, Marcianise e nella Sibeg di Catania.

Si é parlato del’uso delle concessioni delle falde, il braccio di ferro con le autorità sanitarie che tentano di limitare i danni dello zucchero, i finanziamenti e le sponsorizzazioni, le spy stories.. Report ha poi fatto analizzare il contenuto della Coca Cola, e di alcuni degli altri duecento prodotti di punta dell’azienda di Atlanta. I risultati parziali sono stati dati nell’inchiesta.

Commento finale

SIGFRIDO RANUCCI commenta alla fine in studio: allora, prima di tutto, complimenti alla Coca-Cola, ha degli impianti di depurazione straordinari. Noi però un metallo lo abbiamo trovato ed è il titanio. Come sia finito lì dentro, non lo sappiamo, abbiamo fatto analizzare vari campioni di bevande, non solo la Coca-Cola, per avere un’idea e l’abbiamo trovato ovunque, in differenti dosi, a seconda del luogo dove è stato imbottigliato e dove è stata comprata la bevanda.

Si passa dai 3,27 microgrammi della Coca-Cola comprata a New York, ai 27,89 di quella messicana. Ma la bibita che ne contiene di più non è della Coca-Cola, ma è l’aranciata San Benedetto con 31,71. Ora, tutto l’elenco che avete qui visto lo troverete sul nostro sito, pubblicato già stasera.

Rimane il mistero del titanio. Come è finito lì dentro? Quello che sappiamo è che l’industria alimentare sta usando sempre di più come additivo il biossido di titanio, l’E171, che viene usato come colorante o anche per depurare le acque.

L’Efsa, secondo l’Efsa, che è l’Agenzia per la sicurezza alimentare europea, si tratta di un elemento sicuro, anche se consiglia di approfondire gli studi, ma recentemente l’Istituto nazionale per la ricerca agricola francese, è un leader in Europa, ha realizzato un approfondimento e ha fatto una ricerca sui topi alimentandoli con il biossido di titanio.

Il risultato è che somministrando una dose che loro presumono essere quella che l’uomo ingerisce in totale durante la giornata, c’è il rischio di insorgenza di tumore al colon e invitano i ricercatori francesi ad approfondire la questione.

Ecco le analisi sul sito di Repor.

Francesca D.
Interprete e traduttrice. Amante del buon vino (specialmente piemontese) e del buon cibo! Le piace affrontare le sfide.

Must Read

Passate Siciliane Agromonte a CIBUS CONNECT

La Linea Passate Siciliane firmata Agromonte si aggiudica un posto di rilevanza in occasione della nuova edizione del Cibus connect, una versione...

Agromonte vince il premio FOOD 2019

Il 2019 si apre con una vittoria per Agromonte, il brand maestro nell’arte della trasformazione del pomodoro ciliegino. L’azienda 100% siciliana, infatti,...

Tonno in crosta di papavero e zenzero con Aceto Balsamico

Per gli amanti del tonno fresco che desiderano creare ricette sempre nuove e sfiziose, ecco un esempio di come abbinarlo a verdure e frutta...

My favourite wines: il passaporto della Strada del Vino e dei Sapori

Una strada unica, che idealmente collega la costa con l’area montana del Friuli Venezia Giulia, passando per i vigneti e le colline...

Riapre “El Bulli” di Ferran Adrià

Adrià aveva stupito tutti nel luglio 2011, quando decise di ritirarsi dalla scena gastronomica al culmine del successo, dopo 20 anni di...